10 suggerimenti per prevenire i crash dei droni

437

L’ultima cosa che vorresti che succedesse quando hai lavorato sodo per acquistare un nuovo drone, è di romperlo facendo qualcosa di sbagliato e che avresti potuto facilmente evitare.
Considerando che alcuni fattori sono non prevedibili, devi essere consapevole delle cose che puoi controllare e degli errori che puoi evitare.

Perchè i droni si schiantano?

Veicoli aerei senza equipaggio (UAV), conosciuti anche come droni, si schiantano per diversi motivi:

1. Malfunzionamento delle eliche.

I rotori / eliche del tuo drone sono fatti per essere robusti e nel contempo morbidi in modo da non ferire le persone o danneggiare altri oggetti.
Sono quindi molto suscettibili a piegarsi fuori forma dopo diversi urti. Controllate sempre ciascuno dei rotori prima di un volo per assicurarvi che siano perfettamente in forma.

10 suggerimenti per prevenire i crash dei droni

2. Assenza segnale GPS.

Se stai facendo volare il tuo drone in casa, quasi sicuramente non riceverai il segnale GPS. Si raccomanda pertanto, dove sia possibile, di volare sempre in aree aperte lontano da edifici alti.

10 suggerimenti per prevenire i crash dei droni

3. BUSSOLE

Le bussole non correttamente calibrate sono una delle maggiori cause di crash dei droni. Le bussole del drone possono essere disattivate da qualsiasi sorgente magnetica e a radiofrequenza (RF). Evitare di tenere il drone troppo vicino a magneti, come quelli degli altoparlanti dell’auto durante il trasporto e di volare in un ambiente con elevate interferenze elettromagnetiche, come ad esempio linee elettriche ad alta tensione e ripetitori per la telefonia mobile.

10 suggerimenti per prevenire i crash dei droni

4.Trasmissioni video non collegate.

Questa è un’altra causa comune di incidenti con i droni e può accadere in qualsiasi momento, dal primo volo a qualche mese dopo e di solito è causata da cavi allentati e porte danneggiate. Assicurati che i cavi siano sempre ben collegati prima del volo e scollegali con cura dopo, per mantenere le porte in buone condizioni.

10 suggerimenti per prevenire i crash dei droni

5. uso inappropriato del tasto RETURN to Home.

Quando perdi il controllo del tuo drone, come pilota una delle reazioni naturali più veloci sarebbe quella di premere il tasto Return to Home (RTH). Vale la pena tenere a mente che la maggior parte dei droni non può evitare ostacoli. Ciò significa che l’UAV traccia semplicemente una linea retta verso il punto di partenza, anche se ci sono alberi o edifici o pali della luce lungo la strada: questo può facilmente causare un grave incidente.
Non devi andare nel panico per premere il pulsante RTH ogni volta che perdi il controllo del UAV, stai calmo e scopri una mossa migliore

10 suggerimenti per prevenire i crash dei droni

6. HOME POINT non corretto.

Questo a volte accade quando il blocco GPS viene perso durante il volo e poi riacquistato facendo sì che il drone ricalibrasse un punto base errato.
Tieni presente che l’home point può essere il luogo in cui è decollato il tuo UAV o dovunque sia il tuo telecomando: verifica che sia corretto. Infine, assicurati di impostare l’altitudine di ritorno in modo che sia superiore a qualsiasi cosa nell’area, 100 metri dovrebbero funzionare bene a meno che tu non stia viaggiando in una città o vicino a strutture particolarmente alte come i tralici dei telefoni.

10 suggerimenti per prevenire i crash dei droni

7. BATTERIA SCARICA.

E’ fondamentale volare sempre con una batteria completamente carica e non essere mai tentato di iniziare un nuovo volo con una batteria scarica o parzialmente carica. Molto probabilmente la maggior parte delle volte si utilizza una batteria semi-caricata e si corre sempre il rischio di perdere a caso la potenza a metà del volo, quando meno te l’aspetti.

10 suggerimenti per prevenire i crash dei droni

8. CARICA BATTERIA INSUFFICIENTE PER TORNARE ALLA BASE.

È importante atterrare con il tuo drone con una riserva di potenza del 30%, in modo tale che nel caso in cui un’emergenza richieda di ritardare l’atterraggio, hai abbastanza tempo per trovare un nuovo punto di atterraggio o affrontare il problema. Inoltre, alcuni UAV sono dotati di una funzione failsafe in cui il drone si dirige automaticamente verso il punto di partenza una volta che la batteria raggiunge il 10% e mentre questo può essere utile, se ci sono alberi o altri ostacoli tra il drone e il suo punto di partenza, volerà dritto verso di loro.

10 suggerimenti per prevenire i crash dei droni

9. SCONTRO CON UN ALTRO DRONE.

Se ci sono altri UAV in volo, c’è sempre la possibilità di una collisione, specialmente se i piloti non sono entrambi consapevoli della presenza dell’altro nell’area oppure stanno eseguendo complesse manovre di volo o gare.

10 suggerimenti per prevenire i crash dei droni

10. DIREZIONE DI VOLO ERRATA.

Quando il drone sta volando in alto nel cielo, può essere difficile dirlo, specialmente per i piloti principianti, potrebbe essere facile scambiare il davanti per il dietro e quindi indirizzare erroneamente l’UAV.
Assicurati di familiarizzare con quale lato è che prima di volare più lontano.

10 suggerimenti per prevenire i crash dei droni

square

Cosa fare passo per passo dopo un crash al drone.

Non importa quanto tu sia un pilota esperto, quando possiedi un drone, devi affrontare il fatto che potrebbe verificarsi un incidente. A volte è colpa tua; a volte è dovuto a condizioni che sfuggono al tuo controllo. Ad ogni modo, il tuo amato drone, ad un certo momento del suo periodo di vita potrebbe cadere e danneggiarsi. Quindi, cosa dovresti fare se questo succede?

Prima di tutto, prova a recuperare il drone. Dopo aver recuperato il tuo drone, controllalo per i danni. Prendi nota del danno che puoi vedere e prendilo come riferimento nel caso tu debba contattare il produttore del drone. Di seguito sono riportati alcuni passaggi utili che è possibile eseguire dopo aver recuperato il drone dal sito di arresto anomalo:

1. Spegnere l’UAV/controller e rimuovere la batteria e le eliche.

2. Pulire tutta la sporcizia, sabbia o eventuali detriti dal drone utilizzando aria compressa e alcol.

3. Ruotare manualmente i rotori mentre il drone è capovolto per rimuovere la sabbia o la sporcizia e quindi soffiare su ciascuno di essi (o usare aria compressa) per rimuovere lo sporco residuo.

4. Controllare la corretta rotazione del gimbal, se presenta parti piegate o crepe.

5. Controllare se la telecamera presenta incrinature o fili scollegati.

6. Controllare se la batteria presenta danni strutturali.

7. Rimuovere le eliche e verificare eventuali incrinature o deformità. Sostituire eventualmente le eliche che mostrano segni o scheggiature.

8. Controllare tutti i cuscinetti del gimbal e inserire le protezioni per assicurarsi che siano saldamente inseriti e intatti.

9. Controllare l’intera struttura per eventuali incrinature, incluso il carrello di atterraggio.

10. Controllare ogni motore per assicurarsi che sia posizionato correttamente e non allentato (incluse tutte le viti)

11. Soffiare via sabbia, detriti, polvere da ogni parte mobile (di nuovo).

Riavvio

12. Reinserire la batteria nel drone dopo aver completato un controllo approfondito /pulito.

13. Accendi il drone su una superficie piana e inizia una nuova procedura di avvio.

14. Calibrare la bussola e quindi l’IMU.

15. Controlla che il gimbal funzioni correttamente usando il controllo manuale del e muovendo anche il drone sui tre assi.

16. Avviare i motori senza eliche e controllare eventuali vibrazioni anomale.

17. Spegnere nuovamente i motori, collegare le eliche, riavviare i motori e ricontrollare di nuovo se sono presenti vibrazioni anomale.

18. Porta in hovering il drone ad una altezza appena sopra il livello degli occhi e controlla se vi sono movimenti o oscillazioni anomale.

19. Durante la registrazione di video, eseguire le manovre di base (avanti, indietro, sinistra, destra, imbardata sinistra, imbardata destra, su, giù).

20. Controlla il video per assicurarti che non vi siano presenti vibrazioni indesiderate nella registrazione.

21. Fai un volo a lunga distanza basso e lento (non sopra l’acqua) per assicurarti che tutto funzioni correttamente.

In alcuni casi, potresti essere soggetto a servizi di riparazione in garanzia o a basso costo tramite il produttore. Quando li contatti per l’assistenza, descrivi tutti i dettagli del volo che ricordi e fai la sincronizzazione dei dati di volo. Se il tuo aereo è fuori garanzia, non ti devi preoccupare se disponi della DJI Care Refresh. Inoltre, tieni presente che il servizio DJI può coprire qualsiasi danno permanente causato da un incidente. Se stai volando per hobby, allora DJI Care Refresh potrebbe rivelarsi utile se rompi il tuo drone più volte durante il primo anno.

I droni sono dispositivi altamente complessi che si basano su vari sistemi per funzionare correttamente. E’ necessario essere a conoscenza delle cose che è possibile controllare e agli errori che si possono evitare per ridurre al minimo le possibilità di crash o addirittura di perdere il tuo drone. La maggior parte degli incidenti può essere prevenuta essendo vigili e diligenti nella manutenzione del dispositivo, e quindi essere un pilota di droni felice e produttivo.